.

Come usare iTunes su Android

ottobre 31, 2016 by · Leave a Comment
Filed under: Tecnologia 

Avete acquistato un telefono Android a poco prezzo? Tutti sappiamo che iTunes è dell’Apple. Conoscendo il loro ecosistema estremamente chiuso, è ovvio pensare che questo sistema non funziona sui dispositivi Android. Essendo soprattutto eterni rivali, iOS ed Android non possono proprio andare a braccetto. Ma tutte le nostre musiche preferite sono su iTunes: come possiamo fare?

E’ attualmente possibile usare la libreria iTunes sincronizzandola con Android ed ascoltando il tutto da lì. Ecco cosa possiamo fare in ambito:

Usate Google Play Musica. E’ possibile usare questo programma per sincronizzare le tracce contenute in iTunes, basta utilizzare il Manager. Tuttavia Google Play Music è un servizio a pagamento e non è molto popolare, il che significa che non è veramente ben coltivato nelle funzioni.

Usate iSyncr. Questa soluzione è invece gratuita, ma richiede un po’ di “infarinatura” tecnica. Una volta scaricato l’App per Android, scaricate il programma per il vostro PC ed installatelo. Se volete sincronizzare facilmente i file di iTunes in maniera diretta, connettete il vostro Smartphone alla porta USB ed aprite iSyncr. Alla richiesta di sincronizzazione, accettate. Potete fare anche il tutto attraverso la rete Wifi, basta sapere l’indirizzo IP del vostro PC e la porta utilizzata da iSyncr, cosa che potete consultare all’interno del vostro Router (accedendoci naturalmente nel browser tramite l’indirizzo 192.168.1.1).

Passate tutti i file con l’USB. Alla fin fine, sono solamente musiche. Connettete il vostro cellulare con la porta USB e copiate tutto il contenuto nella scheda SD. Basta poi avere un qualsiasi App come VLC per gestire una playlist adatta.

E se tutto va storto e non sembra adatto…provate con Apple Music. Sembra strano vederlo su Android, ma c’è. Richiede comunque un ID Apple per funzionare e come tale agisce sotto tutte le regole della casa…ma è la via più ufficiale per ascoltare le musiche caricate su iTunes direttamente in Android. Del resto bisogna ancora dare tempo all’App di crescere ed aggiornarsi.

Business Data Analyst: ecco quanto guadagna lo scienziato dei dati

agosto 4, 2016 by · Leave a Comment
Filed under: Tecnologia 

tag-innovation-school-12

Secondo un’indagine condotta lo scorso anno sulla retribuzione media dei fortunati italiani che lavorano più o meno stabilmente, ciascun lavoratore annuale ha una retribuzione media di 1.560 euro al mese, un dato che a molti farà sorridere perché apparentemente lontano dalla realtà di molti dipendenti con un lavoro precario e sottopagato.

Trattandosi di un dato che ci appare poco attinente alla realtà, sarà bene specificare che le cose cambiano notevolmente a seconda della Regione che si prende come riferimento (al di là degli stereotipi, al Sud si continua a guadagnare molto meno a parità di ore di servizio e mansione), della qualifica professionale e del livello di istruzione. Tra tutti, i meno pagati risultano essere, da Nord a Sud, gli operai. Molto meglio per impiegati e quadri che possono ritenersi mediamente più fortunati, se consideriamo le retribuzioni annue lorde.

In questo contesto tutto italiano non proprio roseo, a ritagliarsi una “menzione d’onore” del tutto fuori dal coro troviamo la figura del Business Data Analyst, un professionista che presta la propria attività presso una o più aziende analizzando il flusso di dati per ricavarne informazioni preziose al fine di migliorare il proprio vantaggio competitivo sul mercato.

Secondo PayScale (l’ente che si occupa di analizzare le retribuzioni a livello mondiale), infatti, in America un Business Data Analyst può percepire uno stipendio annuo di circa 66mila dollari (più o meno 59mila euro) mentre qui in Italia la retribuzione di un analista junior può attestarsi intorno alla ragguardevole cifra di 30mila euro all’anno che possono salire notevolmente in caso di anzianità lavorativa di almeno 4 anni. In quest’ultimo caso, infatti, la Business Data Analysis potrebbe fruttare al professionista anche 50mila euro annui.

Ma come è possibile diventare uno scienziato dei dati?

Lanciato da pochi mesi, Business Data Analysis è il primo Master in Italia che permette a 25 professionisti di approfondire il mondo della Data Analysis. Il Master si rivolge a manager che vogliano efficacemente usare i dati per elaborare strategie aziendali più accurate; sales manager che siano interessati a definire piani di vendita e gestione delle performance più mirati; responsabili marketing che desiderino monitorare e analizzare campagne marketing passate per pianificarne di nuove più efficaci; ed infine analisti che mirino a rafforzare le proprie competenze.  Il corso, offerto da TAG Innovation School, la scuola del digitale di Talent Garden, prevede 6 weekend di full immersion nel mondo della Data Analysis, 108 ore di formazione dal vivo, 40 ore di formazione online, 6 late night all’insegna della crescita, un project work disruptive, un ospite internazionale e un pitch finale con presentazione del proprio progetto.

Per richiedere una delle due borse di studio messe a disposizione da TAG Innovation School è necessario compilare il form presente sul sito entro e non oltre il 30 luglio 2016.

 

Wision 55 è la soluzione su misura per voi

aprile 15, 2016 by · Leave a Comment
Filed under: Tecnologia 

Quando un gruppo di professionisti della rete commerciale si unisce, e in tempo di crisi idea un progetto imprenditoriale vincente, nasce il più grande network franchising. Wision 55 è una community di consumatori fidelizzati che ruota attorno al sistema di cashback, tradotto letteralmente: “contanti indietro”. In questa ottica nasce l’opportunità, per ogni iscritto, di aumentare il proprio potere d’acquisto. Iscrivendosi gratuitamente al circuito è possibile implementare i guadagni e al tempo stesso risparmiare, così come sostenere il volontariato contribuendo alle campagne di beneficenza.  

 

Tutto è partito dall’idea 9 founders, i quali hanno ampliato il proprio team arricchendolo con altri professionisti fino a raggiungere un gruppo imprenditoriale di 55 membri, da cui prende il nome la startup. La grande varietà di competenze ha fatto sì che il progetto prendesse forma aprendosi a diversi settori d’interesse. Unendo i circuiti fedeltà al sistema di caschback e all’e-commerce, infatti, è nata una fitta rete commerciale che spazia dal network marketing al franchising fino alla vendita diretta.

“Together to win” è lo slogan con cui Wision 55 si identifica, lo stesso che riassume il principio di collaborazione e le aspirazioni professionali del gruppo. La community si unisce insieme per vincere generando un giro d’affari allettante per ogni contribuente. Il business program che segue le linee guida del network è vantaggioso per tutti: sia per le aziende che aderiscono al progetto che per i clienti finali.

Questo sistema si sviluppa secondo le modalità dell’e-commerce in uno shop online, il W55shop, oppure in modalità offline; ad esso può aderire qualsiasi esercizio commerciale e, di conseguenza, è possibile fare acquisti di beni e servizi differenti. Grazie al cashback, dopo ogni spesa si accumulano monete elettroniche Wkey da convertire in denaro. Con l’iscrizione al sistema, che è completamente gratuito, si genera automaticamente una Wcard che ha le stesse modalità di una tessera fedeltà. In questo modo si avvia un processo di autofinanziamento che dipende dagli stessi utenti della community. L’incremento degli acquisti permette di aumentare il proprio patrimonio di Wkey, per poi spenderli sia online che offline al posto del denaro contante presso i partner affiliati a Wision 55.

 

Essendo un sistema aperto a chiunque, le possibilità di profitto sono allettanti e si adattano a qualsiasi realtà. Ad esso possono aderire liberi professionisti e commercianti, aziende o privati che intendono entrare in una rete commerciale all’avanguardia. Pure le Onlus, le associazioni e le fondazioni hanno l’opportunità di mettere in atto le proprie iniziative ottenendo un sostegno concreto. La realizzazione dei progetti è a portata di click, favorendo i bilanci aziendali e dei singoli utenti che desiderano accrescere gli affari in tempi di crisi. Nato nell’ottobre del 2014, Wision 55 ha aperto nuove opportunità a livello di impresa e di servizi, raggiungendo e superando gli obiettivi prefissati in appena 2 anni. Lo slogan “Together to win” diventa dunque una realtà concreta per ogni iscritto, che per ogni acquisto riceve un incentivo a fare la fortuna della stessa community. Vincendo insieme, quindi, aumentano anche le chance dei singoli utenti.

 

Intraprendere Blog Network

Magazine Blog Network, è ad oggi il più grande network italiano di blog professionali. Per proporci delle partnership, cambi, collaborazioni, avere informazioni pubblicitarie, inviarci un comunicato stampa contattateci. Il network è gestito da Ariapertalab, casa editrice e laboratorio di idee guidato da Giuseppe Piro.


il nostro network