Nel mulino che vorrei, iniziativa web firmata Mulino Bianco

Mulino Bianco ha lanciato “Nel Mulino che vorrei”, primo progetto italiano di cogenerazione di idee imprese. Prosegue in questo modo la sperimentazione di nuovi strumenti di comunicazione da parte del brand che si conferma al passo con i tempi e attento alle esigenze delle persone.

Otto mesi di intenso lavoro per dar vita a “Nel Mulino Che Vorrei”, la prima piattaforma italiana di condivisione delle idee tra i consumatori, con lo scopo di fare emergere le esigenze, i bisogni e i desideri dei clienti e farle realizzare da Mulino Bianco.
Un’iniziativa che si segnala per il coraggio del management Barilla, la professionalità del team che lo ha realizzato e l’innovatività della piattaforma. Un progetto che è in grado di influire e modificare i processi aziendali, che richiede commitment serrato e costante.

OBIETTIVI DEL PROGETTO – stimolare l’interazione con i consumatori e la partecipazione degli utenti, rispondere alle loro esigenze e risolvere i loro problemi, per fare del Mulino Bianco un brand in sintonia con i desideri e le esigenze delle persone. Alla base del progetto è l’idea che dal pensiero di tanti possano nascere nuovi prodotti e servizi associati al brand Mulino Bianco. Ma è anche un modo assolutamente non invasivo attraverso cui il reparto marketing riuscirà a creare un brainstorming digitale interessante e gratuito da cui potranno nascere nuove ed efficaci strategie di sviluppo business.

ALCUNI DETTAGLI DI PROGETTO: la piattaforma è stata costruita ad hoc per garantire una completa flessibilità e personalizzazione insieme ad una Web Agency ed un System Integrator del progetto. E’ dotata di un articolato sistema di amministrazione che prevede la possibilità di moderare ogni idea e commento. All’interno gli utenti possono visionare la netiquette (oltre che le classiche note legali) e gli autori dei post non pubblicati riceveranno una comunicazione che ne spiegherà loro le ragioni. Un impegno forte che nasce dalla volontà di essere trasparenti con la community.

www.nelmulinochevorrei.it


Be the first to comment

Leave a Reply