.

Comunicato sindacale congiunto Rsu-Cdr di Reed Business Italia

gennaio 30, 2009 by · Leave a Comment
Filed under: Comunicati 

 

A seguito dell’incontro tenutosi in Assolombarda in data 26 gennaio scorso, nel corso del quale Reed Business Italia (Rbi) ha comunicato a Rsu e Sindacati territoriali l’intenzione di procedere secondo l’art 7 Ccnl, attuando: a) la cessione come ‘ramo d’azienda’ di 5 grafici, b) la chiusura dell’ufficio abbonamenti, l’esternalizzazione del servizio con il conseguente licenziamento di 4 persone, Rsu e Cdr riuniti comunicano quanto segue.

In attesa del nuovo incontro tra Rsu, Sindacati territoriali e Azienda, previsto per il prossimo 3 febbraio e conseguente alla richiesta delle rappresentanze sindacali di percorrere strade alternative a quelle palesate dall’azienda, Rsu e Cdr, a nome delle Assemblee di grafici-editoriali e giornalisti tenutesi in data odierna, manifestano la forte volontà di procedere congiuntamente sulla strada della tutela dei posti e della qualità del lavoro dei dipendenti di Rbi Italia, dei prodotti e della loro forza sul mercato, a maggior ragione in un momento di crisi generalizzata nella quale mantenere la leadership diventa vitale. Ciò premesso, non dimenticando che l’azienda ha chiuso il 2008 con utili e un margine operativo, come dichiarato dai vertici dell’azienda, “superiore alla media europea di Rbi”, Rsu e Cdr si chiedono se accanto a una politica di taglio dei costi che sacrifichi posti di lavoro in nome di una più alta marginalità, l’azienda stia in contemporanea attuando modalità di risparmio su altri fronti, come ad esempio il taglio dei benefit manageriali, e una spinta del fatturato attraverso un potenziamento di efficacia della rete commerciale. Le rappresentanze sindacali di grafici editoriali e giornalisti, inoltre, si dicono gravemente preoccupate per la mancanza di visibilità di politiche di sviluppo editoriale e commerciale, a fronte invece dell’unica strategia palesata dall’azienda e nei fatti basata sull’elementare taglio dei costi. Il momento di crisi e la mancata vendita di Rbi non possono essere una giustificazione alla perdita di attenzione verso l’attività che sostenta e permette a Rbi, anche in Italia, di esistere. Attività che richiede qualità di mezzi e persone, pur nella crisi e proprio per resistere alla crisi, dialogo costruttivo tra le parti, impegno responsabile e dedizione massima da parte di tutte le aree dell’azienda e di tutti i livelli della piramide, a partire dal management. Per questo le rappresentanze sindacali metteranno in campo ogni iniziativa congiunta per impedire l’impoverimento ulteriore delle risorse aziendali e qualsiasi scelta imprenditoriale che faccia ricadere sui livelli occupazionali decisioni legate esclusivamente alla “valorizzazione degli utili”.
Milano, 29 gennaio 2009


I giornali web in crisi di pubblicità, una soluzione? I micropagamenti

gennaio 30, 2009 by · Leave a Comment
Filed under: Articoli, Editoria, Marketing, Pubblicità 

“Il problema è che i giornali si erano convinti di porter fare pagare un dollaro e più per articolo”, spiega Jakob Nielsen

SAN FRANCISCO – Lo chiamano il Great Online Ad Slow Down, il grande rallentamento della pubblicità sul web. Per i giornali, che miravano proprio a questa entrata per monetizzare la loro presenza online, rappresenta un altro grattacapo nell’era della gratuità del contenuto distribuito su internet. Ma per fortuna loro qualcuno ha avuto la presenza di spirito di rilanciare l’idea dei micropagamenti. Di che si tratta? Sono pagamenti in decimi e centesimi che, per nulla proibitivi per l’internauta, quando vengono proiettati sull’economia di scala del web possono anche generare milioni di dollari di profitti. Lanciata alla fine degli anni Novanta da artisti che usavano il web per distribuire le loro creazioni e dagli afficionados dei MMORPG (massive multiplayer online role-playing game) che li utilizzano per comprare piccole applicazioni o oggetti di uso quotidiano nei mondi digitali nei quali si avventurano, quella dei micropagamenti è una pratica che adesso potrebbe restituire un valore a contenuti che vengono invece distribuiti gratuitamente.

Continua a leggere l’articolo di di PAOLO PONTONIERE su Repubblica


Canale 5 sfida l’audience a suon di ‘campioni’ e novità

gennaio 29, 2009 by · Leave a Comment
Filed under: Interviste 

Canale 5 sfida l’audience a suon di ‘campioni’ e novità


Il Garante della Privacy si occupa di Facebook

gennaio 29, 2009 by · Leave a Comment
Filed under: Articoli 


Il Garante della Privacy si occupa di Facebook
Tom’s Hardware Guide –
Il Garante per la Privacy ha reso note le linee guida per gli utenti dei social network. Come ha sottolineato il presidente in carica, Francesco Pizzetti, non si stratta di un’azione di demonizzazione, bensì di consigli per auto-tutelarsi.
Milano: «Social Network, attenzione a non cadere nella rete» NEWSFOOD.com
Attenti ai Social Network MiaEconomia
La Repubblica – ANSA – DGmag.it – Virgilio Notizie
e altri 51 articoli simili »


Pagina successiva »

Intraprendere Blog Network

Magazine Blog Network, è ad oggi il più grande network italiano di blog professionali. Per proporci delle partnership, cambi, collaborazioni, avere informazioni pubblicitarie, inviarci un comunicato stampa contattateci. Il network è gestito da Ariapertalab, casa editrice e laboratorio di idee guidato da Giuseppe Piro.


il nostro network